ti trovi qui: home/didattica/lezioni-lettura-musicale/lezione8 ··»

Lezione 8

Elenco delle lezioni di lettura musicale pubblicate

Elementi tratti dalla canzone "I piccoli indiani"

Funzioni: m r d l,

Obiettivi della lezione n. 8

La novità della funzione l che abbiamo già incontrato in precedenza, è costituita dalla virgola: il suono è più grave del d.

Pensando alla tastiera di un pianoforte appare evidente che i suoni sono ben più di sette: essi vengono però denominati con sette nomi che si ripetono successivamente. Il termine "ottava" si riferisce quindi al fatto che dopo sette note si incontra nuovamente un suono che ha lo stesso nome del primo (e la cui frequenza di vibrazione è doppia se il suono è più acuto, dimezzata se il suono è più grave).
Per intonare correttamente i suoni si aggiunge una virgola alle funzioni più gravi del d di riferimento, ed un apostrofo alle funzioni che si trovano all'ottava superiore.

Nella prima parte della canzone I piccoli indiani la nuova funzione è ridondante, in modo che si possa fissare nella memoria uditiva dei bambini:

note
Dato che nella canzone appare solo il nuovo intervallo d l, - l, d sarà molto utile (come abbiamo visto nella sesta lezione per il tetracordo s m r d ) esercitare tutti gli intervalli contenuti nel nuovo tetracordo m r d l, :
ecco lo specchietto degli intervalli presenti (la funzione t è indicata con un puntino e va contata, benchá non venga mai cantata):

Gli esercizi di intonazione sono uguali a quelli della sesta lezione:
1) cantare il tetracordo discendente e tutti gli intervalli discendenti presenti, iniziando dagli intervalli più piccoli. Provate dapprima a cantarlo senza aiutarvi con la registrazione...

note
2) cantare il tetracordo ascendente e tutti gli intervalli ascendenti presenti, iniziando dagli intervalli più piccoli.

note

Dettato

L'esercizio consiste nello scrivere dapprima le funzioni della melodia, successivamente il ritmo.
La melodia è formata da otto misure in tempo 3/4 e contiene le funzioni m r d l,: nella registrazione è preceduta dalle quattro funzioni discendenti e da tre pulsazioni.

Ascoltate l'intera melodia.
note

Ascoltate ora le prime quattro misure quante volte vi serve, finché riuscite a scrivere le funzioni. Ascoltando e/o rileggendo battete la pulsazione con la matita sul tavolo e aggiungete la divisione in misure ogni tre pulsazioni e il valore delle note.
note

Ripetete lo stesso procedimento per le ultime quattro misure.
note

La correzione: punto interrogativo

Provate ora a trascrivere il dettato su tre righe, con d nel primo spazio, poi con d sulla seconda riga...La funzione l, si trova ad un intervallo di terza sotto il d : se il d è nello spazio si trova nello spazio sottostante, se il d è sulla riga si trova sulla riga sottostante.

La correzione: punto interrogativo

Lezione 7lezione-precedente lezione-successivaLezione 9



Partiture di musica classica da scaricare su Virtual Sheet Music

Illustrazioni e web design di danieleimperi.it  - Informazioni sul sito  - Torna a inizio pagina